SCACCHI CHE PASSIONE

Finali di soli pezzi: quando è possibile forzare lo scacco matto


DONNA e RE contro RE

Nei finali di Re e pedoni assume importanza decisiva la conquista dell'opposizione.  Si ha opposizione quando il proprio Re è separato da una sola casa dal Re avversario e il Re avversario deve muovere.  L'opposizione può essere verticale (i Re si trovano in una colonna), orizzontale (i Re si trovano in una traversa) o diagonale (i Re si trovano lungo una diagonale). L'opposizione può essere anche a distanza, quando tra i Re vi è un numero dispari di case.

D+R vs R





TORRE e RE contro RE

Finale forzatamente vinto dal Bianco.  Occorre però prendere dimestichezza con la manovra combinata di Torre e Re per costringere il Re avversario su un lato e dargli matto.

R+T vs R







2 AllFIERI e RE contro RE

Finale forzatamente vinto dal Bianco.  Anche in questo caso occorre prendere dimestichezza con la manovra combinata della coppia di Alfieri e del Re per costringere il Re avversario in un angolo e dargli matto.

R+A+A vs R





ALFIERE, CAVALLO e RE vs RE

Finale forzatamente vinto dal Bianco a patto di conoscere la manovra corretta per costringere il Re avversario in un angolo dello stesso colore del proprio Alfiere avendo avuto cura di controllare le case adiacenti con il Cavallo. 

R+A+C vs R





2 CAVALLI e RE contro RE

Anche se in linea puramente teorica è possibile dare matto con i due Cavalli, questo finale è patto perchè non esiste una manovra che possa costringere il Re avversario in uno degli angoli della scacchiera, uniche case dove il Re può subire lo scacco matto.





Privacy Policy