RICETTE: VESCIA
Funghi nei Simbruini Mazza di Tamburo
Pinarolo Porcino Prataiolo


La vescia (Lycoperdon_perlatum) si trova nei prati.  E' considerata un discreto fungo commestibile fintanto che è giovane, ovvero quando la carne è ancora omogenea e bianca e il sapore delicato e dolce. Non bisogna far passare troppo tempo dopo averlo raccolto, perché la carne deperisce rapidamente.


VESCIE FRITTE
Ingredienti: cappelli di mazze di tamburo, uova, pangrattato

Dopo aver pulito i funghi e rimosso gli aculei, taglarli a pezzi. Immergerli nelle uova sbattute, scolarli e poi impanarli nel pangrattato. Friggerli nell'olio bollente.

VESCIE AL POMODORO
Ingredienti:  vescie, passata di pomodoro, parmigiano reggiano, olio extravergine di oliva, prezzemolo tritato e uno spicchio d’aglio

Dopo aver pulito i funghi e rimosso gli aculei, tagliarli in pezzi omogenei, grandi quanto i più piccoli funghi interi.  In una padella soffriggere l’aglio e poi aggiungere i funghi. Dopo pochi minuti, versare la passata di pomodoro e mescolare ripetutamente; cuocere per venti minuti a fuoco medio. Aggiungere il prezzemolo tritato e spolverare il tutto con il parmigiano grattugiato. Servire caldo.


ZUPPA DI VESCIE
Ingredienti:  vescie (1 Kg), brodo di pollo (1,5 lt.), panna (1dl), latte (1,5 dl), burro, prezzemolo, sale, pepe, noce moscata.

Pulire e sbucciare le vescie.  In una casseruola sciogliere un pezzo di burro e rosolare i funghi. Levare la pentola dal fornello, spolverare con prezzemolo tritato e mescolare. Aggiungere il brodo caldo, il latte, la panna e condire con noce moscata, sale e pepe. Servire caldo.


  Privacy Policy